Sfasciacarrozze. Sfascio. Autodemolitori.
Sfasciacarrozze. Sfascio. Autodemolitori.

Rifiuti liquidi da autodemolizione: stoccaggio di rifiuti liquidi

Rifiuti liquidi

4.8 Rifiuti liquidi da autodemolizione: tecniche di stoccaggio di rifiuti liquidi nelle autodemolizioni e prodotti per l’assorbimento di rifiuti liquidi.

Stoccaggio di rifiuti liquidi

I rifiuti liquidi, siano essi pericolosi o meno, necessitano di maggiori attenzioni per la loro stessa natura, implicante un maggior rischio di inquinamento del suolo. Particolare attenzione si dovrà avere per lo stoccaggio di rifiuti liquidi, per il quale le buone norme ambientali prevedono:

  • la presenza di doppi contenimenti che evitino, anche in caso di urti o rotture, la fuoriuscita dei rifiuti liquidi (si veda paragrafo “Oli minerali”);
  • il riparo da agenti atmosferici che, con la diluizione, non farebbero altro che aumentare i volumi da smaltire (con relativa maggiorazione del costo di gestione del rifiuto)
  • il posizionamento dello stoccaggioi in punti sicuri e protetti;
  • l’utilizzo di barriere di protezione, box, container, etc.;
  • l’applicazione di cartelli identificativi del codice CER, con nome del rifiuto ed eventuali etichette di pericolosità (vedi allegato II)

In ogni caso è poi opportuno avere sempre a disposizione materiale assorbente al fine di poter raccogliere e gestire correttamente la fuoriuscita di rifiuti liquidi, evitando inquinamenti del suolo e scivolamenti del personale.

Prodotti per l’assorbimento di rifiuti liquidi.

Diversi sono i materiali assorbenti utilizzabili in un’autodemolizione per l’assorbimento di rifiuti liquidi. Se si escludono quelli certificati per gli elettroliti degli accumulatori (molti dei quali utilizzabili anche per l’olio), si dovrà dirigere la ricerca su materiale adatto a recuperare efficacemente olio e idrocarburi.

Trattandosi di un’attività a rischio incendio sarà inoltre opportuno scegliere prodotti ignifughi: non è quindi consigliata la segatura.

Tra i prodotti più comuni per l’assorbimento di rifiuti liquidi si ricordano:

  • Prodotti granulari in sacco: sono tra i più utilizzati. Hanno una capacità di assorbimento fino a 10 volte la loro massa e sono facili da utilizzare. La grana fine permette di assorbire anche da piccole fessure e sono inoltre dotati di elevata resistenza antiscivolo, anche in caso di raggiungimento del massimo grado di assorbimento di rifiuti liquidi;
  • Panni assorbenti: particolarmente consigliati come base di appoggio di scaffali e pavimenti dove sono presenti motori usati, pezzi di ricambio, stoccaggio di rifiuti liquidi, oppure a lato di macchinari che perdono olio emulsionato. Le capacità di assorbimento di olio motore arriva a 14/20 volte il peso del panno.
    Rifiuti liquidi

  • Cuscini: il materiale assorbente confezionato in cuscini ha grande capacità d’assorbimento. L’involucro di polipropilene conferisce ai cuscini robustezza e resistenza agli strappi, consentendo la loro manipolazione, in sicurezza e pulizia, per ripetute applicazioni. Hanno varie dimensioni, per poter essere posizionati anche negli spazi più angusti. Possono essere impiegati sotto rubinetti, macchinari, tubature che perdono in attesa di riparazione, come base preventiva per travasi ecc.
    Assorbimento di rifiuti liquidi

  • Salsicce o manicotti: utilizzabili in caso di sversamenti di entità importante per evitare che l’olio o altro liquido inquinante si sparga velocemente per gli ambienti di lavoro (scongiurando il blocco del ciclo produttivo nelle zone lavorative non immediatamente contaminate) o in zone non protette (es. tombini fognari o terra nuda). Vengono posizionati sul perimetro immediatamente attorno alla zona contaminata o in prossimità di pendenze. Danno il tempo quindi di assorbire il liquido versato con altri prodotti (es. granulare, cuscini, o panni). Si possono impiegare in ambienti esterni (anche sotto la pioggia) o in prossimità di lavorazioni a base acquosa, dov’è indispensabile trattenere l’olio ma non l’acqua. Possono essere strizzati e riutilizzati.
    Salsicce o manicotti

  • Barriere: molto simili a salsicce o manicotti, alle estremità sono dotati di anelli e moschettoni in acciaio per poterle ancorare ed hanno una corda disposta sull’intera lunghezza, per conferire robustezza durante il posizionamento ed il recupero.

Stoccaggio di rifiuti liquidi

Vedi paragrafi precedenti <    > Vedi paragrafi successivi

Il sito “Sfasciacarrozze” è collegato ad alcuni siti altrettanto utili agli operatori del settore che desiderino evidenziarsi sul web: Rottamazione autoAutodemolitori,  

© Copyright 2019 - DVM Srls Sito Web realizzato da DWEB AGENCY
Privacy Policy | sitemap

DVM Srls
Sede legale ed amm.va: Via Maremmana II, 15 - 00010 Gallicano del Lazio (RM)
P. I. 13616241009 - CCIAA-REA RM 1460895
Email:autodemolizioniroma@libero.it